“Il maestro di Quintodecimo”, il nuovo romanzo di Maria Collina con Fazi Editore

copertina“Il maestro di Quintodecimo“  è il titolo dell’ ultimo romanzo della scrittrice ascolana Maria Collina,  pubblicato il 24 maggio 2018 dalla prestigiosa casa editrice romana Fazi Editore. La Fazi prende il nome dal promotore, animatore e maggior proprietario, Elido Fazi, laureato in Economia, manager e già collaboratore dell’ Economist.  Avere destato l’attenzione della Fazi editore ha consentito a Maria Collina di entrare nel panorama letterario nazionale. L’ ascolana, insegnante di scuola dell’ infanzia presso l’ ISC “Borgo Solestà-Cantalamessa” della nostra città, ha già pubblicato: “Prendi le mie mani” nel 2006, “In braccio a mia figlia” nel 2010.   “La Divina Commedia” per l’ infanzia  nel 2008 e “L’ Odissea” per l’ infanzia nel 2010, nell’ ambito della propria attività pedagogica. Nel corso dei questi anni, i suoi testi sono stati adottati in scuole  primarie,  secondarie di primo e secondo grado sia a livello locale che sul territorio nazionale.  Ha ottenuto diversi premi letterari. Tra questi, il primo premio assoluto per romanzi editi al Premio Internazionale “Omaggio a Emilio Greco, scultore e letterato”. Il suo primo romanzo è conservato a Roma nella biblioteca Emilio Greco  fra le opere di scrittori e artisti contemporanei.

” Il maestro di Quintodecimo” e’ una nuova edizione del primo romanzo, che già aveva come protagonista Guerrino Collina, contestualizzando ora il racconto  alla vita che si svolgeva negli anni ‘50/’60 nel piccolo paese acquasantano.  Le dinamiche sociali nelle quali la figura del maestro si inseriva, raccontano la cultura della solidarietà e del rispetto, quei rapporti umani in cui le  figure di riferimento erano carismatiche non soltanto tra i banchi di scuola, bensì divenivano maestri di vita. La sua storia  di artista disabile che aveva vinto sulle peggiori avversità, divenendo insegnante appassionato e pittore di successo fino al riconoscimento come migliore maestro D’ Italia, ne avevano creato un personaggio rispettato da tutti con una deferenza che assomigliava quasi alla devozione. Oggi, nella società attuale, il maestro si trasforma nel “Prof”, le distanze si accorciano, fino ad annullare quel timore reverenziale che, forse, può aiutarci davvero a crescere con la consapevolezza che l’autorevolezza del nostro insegnante è sacra, non sacrilega. E proprio a  quel mondo, rimasto incantato nella memoria del paese, Quintodecimo, oggi terribilmente sfiancato dalla tragedia del terremoto che ha colpito la nostra terra, l’ autrice e l’ editore vogliono dedicare quest’iniziativa. “E’ davvero triste – spiega l’ autrice – percepire l’ attuale  sensazione di un paese fantasma, ricordando la vitalità  di quei luoghi che mi sono appartenuti nell’ infanzia. Sperando che la cultura ci aiuti a creare  una maggiore coscienza delle nostre radici e a favorire una  rivitalizzazione del territorio.” “Il maestro di Quintodecimo” e’ stato pubblicato il 24 maggio. E’ in vendita presso la libreria Rinascita della nostra città e distribuito capillarmente  sul territorio nazionale.

Share Post
Written by
No comments

LEAVE A COMMENT