Piazza Sant’Agostino, avvio del cantiere prima della riapertura della scuola

L’Arengo accelera i tempi per appaltare i lavori di riqualificazione e rifunzionalizzazione di piazza Sant’Agostino. L’obiettivo, tenendo conto della stagione turistica e delle procedure, è quello di aprire il cantiere all’inizio di settembre, prima dell’apertura delle scuole, per poter consentire intanto di predisporre tutti gli accorgimenti necessari a ridurre al minimo i disagi durante l’intervento. Una strategia – concordata e condivisa dal sindaco Fioravanti e dall’assessore ai lavori pubblici, Marco Cardinelli, – che adesso l’Amministrazione comunale pronta a procedere, secondo quanto previsto dalle normative, con l’affidamento dei lavori, preventivi alla mano. Il tutto per poter avviare subito il delicato intervento che prevede, oltre ad una ripavimentazione della piazza ormai in condizioni inaccettabili, anche la redistribuzione e ridefinizione di parcheggi per residenti, spazio pedonale e un punto di ricarica per auto elettriche. Cercando, soprattutto, di ridurre al minimo i disagi.

 

A questo punto, proprio per cercare di aprire il cantiere, con tutto quel che comporta, prima dell’apertura delle scuole, tra cui quella che si affaccia proprio su piazza Sant’Agostino, l’Arengo ha deciso di affidare in tempi stretti i lavori, potendo ricorrere – trattandosi di un importo stabilito in circa 107.000 euro e quindi sotto i 150.000 euro stabiliti dalle normative in materia – all’affidamento diretto dopo aver vagliato alcuni preventivi delle ditte invitate. Questo potrebbe consentire, pur considerando anche il periodo estivo, una ulteriore accelerazione della procedura. Procedura che, comunque, prevede tutta una serie di passaggi formali per arrivare, finalmente, alla firma del contratto e alla consegna del cantiere. La speranza di sindaco e assessore Cardinelli, come detto, è quella di riuscire ad avviare i lavori prima dell’inizio dell’anno scolastico. Il secondo aspetto che, invece, si sta approfondendo con attenzione, è quello legato ai disagi che inevitabilmente si creeranno durante la realizzazione dell’intervento. In tal senso, si sta ragionando sulle modalità operative per far sì che si limitino al massimo le interruzioni del transito veicolare, trovando anche soluzioni per consentire ai genitori di poter accompagnare e riprendere i figli a scuola riducendo il più possibile i problemi.

 

L’intervento che si andrà a realizzare in piazza Sant’Agostino prevede di abbinare la riqualificazione del sagrato della chiesa (con illuminazione dal basso) con l’utilizzo di una diversa pavimentazione e con l’installazione di una mini-stazione di ricarica per auto elettrico oltre alla ridefinizione dei parcheggi per residenti. A copertura dei costi ci sono i finanziamenti ministeriali arrivati grazie al bando Iti 1.  Il progetto esecutivo approvato, nel dettaglio, prevede: demolizione della pavimentazione in porfido; realizzazione del nuovo sagrato della chiesa rialzato a livello del primo gradino con rampa laterale di accesso; realizzazione della stazione di ricarica per mezzi elettrici con colonnina e area per le auto; illuminazione a servizio della stazione di ricarica e led per la segnalazione del nuovo percorso carrabile sulla piazza; realizzazione nuova linea per la raccolta delle acque piovane; nuova illuminazione a raso, dal basso, sul sagrato  per valorizzare la facciata della chiesa, sistemazione dei marciapiedi esistenti sulla piazza, ridefinizione di segnaletica e zona per la sosta dei residenti; ripavimentazione della piazza con lastre in pietra extraserena uguali a quelle utilizzate in altre zone del centro delimitate da fasce di travertino.

No comments

LEAVE A COMMENT