Un viaggio nel tempo con “I templari e il medioevo”

Si è conclusa domenica sera la prima edizione dell’evento “I templari ed il medioevo”, tenutasi ad Ascoli nel weekend dell’11 e 12 maggio. Due giorni caratterizzati da un evento unico in Italia e nel mondo, pieno di iniziative, allestimenti e percorsi pensati per far conoscere al grande pubblico la vicenda umana, culturale e spirituale di cui sono stati protagonisti i Pauperes Commilitones Christi Templique Salomonis, conosciuti come Templari, nei 200 anni della loro storia ormai divenuta leggendaria.

“I Templari e il Medioevo” è stato interamente organizzato dall’Associazione Templari Cattolici d’Italia, insieme alla Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno, ed ha visto una presenza di piazza molto numerosa (sono state contate circa 5.000 visitatori) nonostante il tempo in parte inclemente. Turisti e curiosi hanno avuto la possibilità di esplorare la città e le 8 Chiese tenute eccezionalmente aperte dai Cavalieri, scoprendo le tracce templari di Ascoli, grazie anche alle numerose Visite guidate organizzate (circa 100 persone hanno usufruito di questa occasione).

La Chiesa di Ss. Vincenzo e Anastasio ha accolto 700 visitatori ed è rimasta aperta 3 ore in più delle altre proprio per accogliere i visitatori. Nelle 4 piazze coinvolte (Piazza Arringo, Piazza Roma, Piazza del Popolo, Piazza Ventidio Basso) diversi espositori hanno raccontato in piccoli pezzi di Medioevo con prodotti artigianali e laboratori didattici, mentre giullari, danzatrici e guerrieri combattenti hanno animato a tutte le ore le strade della città, divertendo i bambini ed emozionando gli adulti con spettacoli con il fuoco.

La vera singolarità è stata comunque la presenza dei veri Templari, creduti ormai scomparsi da oltre 700 anni, ma ad oggi presenti con più di 1.000 Cavalieri in tutta Italia, che hanno permesso a curiosi ed appassionati di avvicinarsi alla loro associazione con incontri, conferenze di storici importanti e momenti di preghiera particolarmente coinvolgenti, dimostrando autenticità vicinanza ai veri valori Templari.

Il Dott. Mauro Giorgio Ferretti, Magister dei Templari Cattolici d’Italia, commenta l’evento 

“E’ stata una grande testimonianza di fede e servizio alla comunità dei Templari cattolici d’Italia molto gradita dalle persone intervenute, dal Vescovo e dai rappresentanti del Comune.

Sono felice che siano state molto partecipate le conferenze e nonostante il clima sfortunato di domenica, che siano state visitate da migliaia di persone le antiche chiese del centro storico abitualmente chiuse.

Lo renderemo un appuntamento annuale ad Ascoli e in altre città d’Italia”.

Share Post
Written by

Vice direttore della Gazzetta di Ascoli - Giornalista

No comments

LEAVE A COMMENT