L’Arengo acquista 3900 seggiolini per la tribuna est. Lavori anche per infitrazioni

L’Arengo acquista i 3.900 seggiolini che serviranno per il completamento della tribuna est al Del Duca. L’acquisto, infatti, è stato disposto dall’Amministrazione comunale ricorrendo al Mepa, ovvero il mercato elettronico per le pubbliche amministrazioni, proprio per cercare di stringere i tempi sul completamento dell’attesa gradinata che, poi, dopo la demolizione della curva sud, andrà ad ospitare il “cuore” della tifoseria bianconera fino alla realizzazione della nuova curva. Per quel che riguarda le sedute, che devono essere installate sulla base delle apposite normative federali, si è proceduto all’acquisto di 3900 pezzi che ora dovranno essere installate nella tribuna est nella maniera più veloce possibile, al fine di poter arrivare a chiudere una volta per tutte il cantiere ormai aperto da oltre 3 anni. Il costo della sedute per la tribuna è di 39.000 euro.  Nel frattempo, si sono affidati alla ditta che è già al lavoro per lo stralcio di completamento della tribuna anche una serie di piccoli interventi resisi necessari relativi alla realizzazione di ulteriori due tratti di condutture complete oltre a pozzetti e chiusini per un miglior smaltimento delle acque nere da eseguirsi con le stesse caratteristiche di quelle già previste in appalto, ma soprattutto un intervento di bloccaggio delle infiltrazioni di acque meteoriche provenienti dal campo da gioco a livello di fondazione e locale interrato della tribuna. Inoltre, la realizzazione di 5 chiusure in muratura in blocchetti di cemento al piano terra bar e per il negozio lato sud e l’installazione di 3 porte in alluminio. Nel frattempo, è stato affidato ad una ditta specializzata l’intervento di pulizia e lavaggio delle condotte fognarie che si sono ostruite durante i precedenti stralci dei lavori per la tribuna est. Si tratta, dunque, di una serie di interventi che lasciano capire come forse, finalmente, si stia davvero arrivando alla chiusura di questo cantiere apparentemente eterno.

 

No comments

LEAVE A COMMENT