Bonifica Area Carbon, i sindacati incontrano gli ex lavoratori

Una riunione tecnica si è svolta nella sede della Cgil durante la quale i rappresentanti sindacali hanno incontrato 25 dei circa trenta ex lavoratori della Carbon che saranno impegnati nella bonifica dell’area ma che prima dovranno partecipare a dei corsi di formazione. Spetterà alla Regione Marche mettere a disposizione le risorse per indire il bando pubblico per accedere ai corsi che presumibilmente saranno aperti ad una quarantina di disoccupati tra i quali, oltre agli ex lavoratori della Carbon, anche altri operai rimasti senza un posto di lavoro avranno l’opportunità di poter frequentare. Il bando potrebbe essere pronto prima dell’estate per poi iniziare subito con la formazione del personale da utilizzare nella bonifica che dovrà essere preparato adeguatamente anche a lavori di demolizione e di movimento terra. Nel frattempo, la stessa Restart ha inviato nei giorni scorsi alla Regione Marche una lettera nella quale manifestava l’intenzione di iniziare le operazioni di bonifica dell’area entro novembre prossimo. Intanto, si attende la ratifica dell’annunciata nomina del commissario governativo Giuseppe Vadalà che dovrà dovrà firmare la convenzione con Restart nella quale saranno previsti anche i 7 milioni di euro messi a disposizione dal governo per la vasca di prima pioggia. Sette milioni che abbatteranno i costi che Restart dovrà sostenere per la bonifica e, di conseguenza, comporterà la diminuzione della volumetria residenziale che si andrebbe a realizzare su quell’area.

 

Written by

Vice direttore della Gazzetta di Ascoli - Giornalista

No comments

LEAVE A COMMENT