Cane antidroga per i vigili urbani ascolani per contrastare lo spaccio in città

L’Arengo istituisce ufficialmente una unità cinofila della polizia municipale per il contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti nelle aree comunali cittadine e, in particolare, nei parchi e nelle zone verdi. L’iniziativa nasce dalla volontà di riorganizzare la polizia municipale tenendo conto delle nuove attività e attribuzioni affidatele dalle recenti disposizioni di legge, tra cui la partecipazione attiva al sistema integrato di sicurezza urbana insieme alle forze di polizia statali. L’obiettivo da perseguire, in linea con gli indirizzi impartiti dall’Amministrazione comunale, è quello di un rafforzamento dei servizi improntati al controllo del territorio, e dell’attività di prevenzione, sia nell’ambito della sicurezza che del degrado urbano. Considerando che a livello nazionale numerosi sono i Corpi di polizia locale che si sono dotati di unità cinofile per la prevenzione, il contrasto allo spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti, si è deciso di costituire uno speciale nucleo, dedicato proprio alla lotta allo spaccio di droga, con l’ausilio di un cane appositamente addestrato. Un’iniziativa condivisa anche con la Prefettura di Ascoli e che ha già ottenuto autorizzazione dal Ministero dell’interno, anche nell’ottica di una futura collaborazione con la polizia di Stato. In tale contesto, il personale selezionato ha già iniziato una formazione specifica legata ai reati di spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti. La nuova unità cinofila, con cane antidroga, richiederà una spesa di circa 15.000 euro. Una volta formato il personale e predisposto tutto il necessario, la nuova unità cinofila sarà operativa in città per fungere anche da deterrente riguardo lo spaccio di sostanze stupefacenti.

Share Post
No comments

LEAVE A COMMENT