Terremoto, la solidarietà dei bancari alla parrocchia di Arquata

Una tv di ultima generazione con tanto di chiavetta per la programmazione a pagamento. Una donazione particolarmente gradita quella della Fabi (Federazione Autonoma Bancari Italiani) destinata alla parrocchia di Arquata del Tronto e quindi alla comunità arquatana. L’oggetto è stato consegnato da Agostino De Rubertis, segretario provinciale della FABI di Ascoli e Fermo che conta ben 600 iscritti nelle due province marchigiane sulle 108.000 adesioni nazionali. Quella di Ascoli e Fermo è una delle 98 sedi presenti su tutta la penisola ed è tra quelle più vicine fisicamente ai territori colpiti dal sisma: ora gli iscritti hanno deciso di concretizzare tale prossimità geografica con la donazione di questo televisore che ieri è stato consegnato al parroco Don Nazzareno Gaspari affinché tutta la comunità ne possa fruire.
“La segreteria provinciale della FABI di Ascoli e Fermo – ha commentato il segretario De Rubertis – ha deciso ha deciso di fare questo piccolo dono per far sentire la vicinanza dei bancari alla popolazione colpita dal sisma del 2016 e perché, passato il clamore mediatico dei primi tempi, non si dimentichi che la sofferenza e il disagio persistono”.
Il presente è stato accolto con gioia dalla comunità che, anche grazie a queste manifestazioni di affetto, riesce a sentirsi meno sola pur nelle difficoltà che ancora incontra nel faticoso ed arduo cammino verso il ritorno alla normalità.

Share Post
Written by

Vice direttore della Gazzetta di Ascoli - Giornalista

No comments

LEAVE A COMMENT