Martedì il via ai lavori in viale Benedetto Croce. Modifiche a traffico e sosta

Arriverà martedì prossimo, 5 febbraio, il via libera al cantiere per la sistemazione di viale Benedetto Croce, a Porta Maggiore. Un cantiere finalizzato a riqualificare tutta la zona, dal manto stradale e ai parcheggi e marciapiedi, con l’eliminazione di alcune delle piante presenti a causa dei danni prodotti dalla radici. Ma il via all’intervento richiederà, ovviamente, anche una serie di modifiche al traffico e alla sosta lungo il viale. A tal proposito, l’Arengo ha diramato un’apposita ordinanza che prevede a partire da martedì prossimo e fino al 6 maggio l’istituzione del divieto di sosta in un tratto della sede stradale oltreché l’interdizione della circolazione per i primi giorni di cantiere.

 

Il provvedimento diramato dall’Arengo per regolamentare traffico e sosta per il periodo necessario al completamento dei lavori su viale Benedetto Croce prevede, come detto, qualche modifica e, quindi, qualche disagio per gli automobilisti. Innanzitutto, a partire da martedì prossimo 5 febbraio e fino al 6 maggio sarà istituito il divieto di sosta con rimozione forzata 0-24  lungo viale Benedetto Croce nel tratto dalla rotatoria di viale Marconi fino all’incrocio con via Gorizia. Contestualmente, verrà interdetta la viabilità pedonale sul marciapiede di volta in volta interessato ai lavori, con il transito dei passanti che sarà dirottato sul lato opposto mediante specifica segnaletica stradale di chiusura e deviazione all’altezza dell’attraversamento più vicino. Sempre in base a quanto predisposto dall’ordinanza comunale, nei giorni di martedì 5, giovedì 6 e venerdì 7 febbraio sarà interdetta la circolazione veicolare su entrambe le semicarreggiate di viale Benedetto Croce sempre nel tratto dalla rotatoria di viale Marconi fino all’incrocio con via Gorizia e tutti gli sbocchi delle vie laterali relativi al tratto interdetto per l’esecuzione delle operazioni relative al taglio di alcuni alberi, come previsto dal progetto dell’intervento di riqualificazione. La ditta esecutrice dei lavori provvederà alla collocazione di transenne di chiusure e segnale di lavori e transito vietato nel tratto in questione.

 

Dopo la perizia già effettuata da un agronomo sulle piante presenti, alte circa 15 metri, inizialmente si andranno ad abbattere – attraverso apposito appalto parallelo – 8 esemplari, considerando il rischio di schianto degli stessi, con 3 di essi che saranno sostituite con nuove piante. In particolare, gli esemplari a rischio sono di Pinus Pinea. Successivamente si effettueranno interventi di ripristino delle opere stradali ammalorate. Verranno risistemati marciapiedi e il manto stradale dopo la rimozione delle radici che affiorano. Infine, verranno ripristinate le caditoie esistenti e il pozzetto di raccordo. L’intervento comprende infine opere varie di completamento, quali spostamenti di segnaletica stradale verticale e rifacimento di quella orizzontale.

 

 

No comments

LEAVE A COMMENT