Ogni mese 73 automobilisti pagano multe per la sosta senza ticket

Ogni mese 73 ascolani pagano multe per la sosta senza ticket. Il dato emerge dal numero di multe pagate all’Arengo nell’ultimo semestre del 2018 da chi ha parcheggiato sulle strisce blu senza il bigliettino ritirato al parcometro. In totale,  440 contravvenzioni negli ultimi sei mesi dello scorso anno, dopo che c’era stata una netta diminuzione nel primo semestre dello stesso anno, con sole 167 sanzioni.  In pratica, ciò significa che nell’ultimo periodo si è risaliti ad una media di circa 73 multe al mese per mancato pagamento del ticket. E, quindi, con più di 2 automobilisti (2,5) sorpresi ogni giorno a sostare sulle strisce blu senza aver pagato. Il che significa che sono tornati ad essere numerosi gli automobilisti ascolani che lasciano l’auto in sosta senza pagare ed esporre il relativo bigliettino.  Ed ora l’Arengo ha disposto il pagamento alla Saba del relativo, di 10 euro più iva per ciascuna contravvenzione rilevata dagli ausiliari, per una cifra pari a 4.400 euro.  E va considerato per completare il quadro che sono tanti anche coloro che sono stati multati ma non hanno ancora pagato.  Raffrontando il dato del primo semestre del 2018, secondo il dato riportato dalla relativa determinazione dell’Arengo, con quello del secondo semestre, si ritorna a riscontrare un numero di multe pagate che risulta quasi triplicato. Si è passati, infatti, dalle 167 sanzioni in 6 mesi della prima parte dell’anno alle 440 degli ultimi sei mesi del 2018. Con una media, come detto, di 2,5 automobilisti sanzionati ogni giorno per non aver pagato per la sosta sulle strisce blu. E ci si sta, quindi, riavvicinando alla cifra del secondo semestre del 2017 quando le sanzioni erano state addirittura 650.

Le somme che l’Arengo destina alla Saba sulla base delle multe comminate per sosta senza ticket sulle strisce blu, sono già previste e definite da anni. Gli importi che l’Arengo deve pagare, sulla base di relativi conteggi e fatture, alla società che gestisce la sosta in città, erano stati stabiliti anche dall’apposita convenzione. Difatti, proprio nell’atto che regola i rapporti tra Comune e Saba, era stato previsto un rimborso delle spese amministrative sostenute dalla società per l’irrogazione di sanzioni. Un rimborso che fino al 2005 era fissato in 8 euro più iva a sanzione e che poi, dal 2005 in poi, è stato portato a 10 euro più iva, quindi adesso a 12,20 euro a multa.

Share Post
No comments

LEAVE A COMMENT