Viale Croce, lavori appaltati. Si dovranno abbattere 8 piante e 3 saranno sostituite

Viale Benedetto Croce, periodicamente devastato dall’effetto dirompente della radici delle piante e dall’incuria, torna a trasformarsi (dopo oltre vent’anni) in un cantiere. L’Arengo, dopo aver approvato un progetto complessivo di manutenzione straordinaria che include anche l’abbattimento di 8 piante (di cui però solo 3 verranno rimpiazzate), adesso ha aggiudicato i lavori alla ditta Beani Annibale srl per un importo complessivo di circa 34.000 euro oneri per la sicurezza inclusi. Appaltando parallelamente l’intervento per l’abbattimento e la sostituzione di tre piante alla Eurocoop Laga scarl. E così dopo sollecitazioni, richieste di intervento e anche qualche richiesta di risarcimento danni per infortuni dovuti alle cattive condizioni del manto stradale, adesso si torna a mettere mano ad un problema che, purtroppo, sembra destinato a riaffiorare dopo un certo numero di anni, proprio per le radici di quegli alberi che già negli anni ’90 avevano danneggiato alcuni tratti del manto stradale e anche i parcheggi presenti, trasformando il viale che collega la zona della stazione con piazza Immacolata in una vera e propria mulattiera.

 

Dopo la perizia già effettuata da un agronomo sulle piante presenti, alte circa 15 metri, inizialmente si andranno ad abbattere – attraverso l’apposito appalto parallelo – 8 esemplari, considerando il rischio di schianto degli stessi, con 3 di essi che saranno sostituite con nuove piante. In particolare, gli esemplari a rischio sono di Pinus Pinea. Successivamente si effettueranno interventi di ripristino delle opere stradali ammalorate. Verranno risistemati marciapiedi e il manto stradale dopo la rimozione delle radici che affiorano. Infine, verranno ripristinate le caditoie esistenti e il pozzetto di raccordo. L’intervento comprende infine opere varie di completamento, quali spostamenti di segnaletica stradale verticale e rifacimento di quella orizzontale. Si andrà, dunque, a restituire un’immagine decorosa ad un viale che – come già segnalato ormai da un paio d’anni anche da  residenti e commercianti della zona – al momento rappresenta un vero pugno in un occhio dal punto vista estetico oltreché un potenziale rischio per pedoni, biciclette ed automobili. Tutto questo per l’effetto – già toccato con mano nei primi anni novanta – delle radici delle piante presenti in loco che continuano a causare danni ovunque, dal manto stradale al marciapiedi e a tutta l’area spartitraffico nel mezzo del viale. Nell’ultimo periodo, infatti, era ormai all’ordine del giorno vedere qualche passante cadere inevitabilmente  a terra per colpa delle escrescenze dei marciapiedi, così come era storia quotidiana quella di auto non troppo alte danneggiate al solo passaggio su un manto stradale sopraelevato in alcuni punti e con vere e proprie voragini in altre zone. A testimoniare questi fatti, ci sono anche i pezzi divelti di parti delle aree per la sosta, abbandonati proprio a terra, gettati nelle aiuole.

 

Tre mesi: questo il tempo concesso all’impresa per il completamento di questo intervento di riqualificazione di viale Croce, ormai ritornato dopo il cumularsi degli anni ad assumere quelle sembianze di mulattiera o campo da cross che aveva già avuto in passato. Presumibilmente, dunque, il viale con il nuovo look dovrebbe essere riconsegnato alla città, imprevisti permettendo, entro la prossima primavera.

Share Post
No comments

LEAVE A COMMENT