Rifiuti e sacchetti gratuiti, in circa 7000 non li hanno ritirati. Proroga fino al 12, poi si paga

Arriva una proroga di qualche giorno, fino al prossimo 12 dicembre, in soccorso di quei circa 7.000 ascolani che non hanno ancora ritirato il kit gratuito per il porta a porta. Alla scadenza inizialmente fissata per la giornata di ieri, risultano circa 11.500 gli utenti che hanno provveduto a dotarsi dei sacchetti messi a disposizione gratuitamente da Ecoinnova e Ascoli servizi per tutto il 2019. E per questo motivo si è deciso di andare incontro ulteriormente a chi non ha ancora provveduto, concedendo ulteriori cinque giorni per dotarsi dei kit in maniera gratuita. Dopodiché, per i ritardatari, non ci saranno più alibi. E chi non avrà ritirato la propria dotazione dovrà arrangiarsi e acquistare i sacchetti autonomamente, considerando che chi non utilizzerà quelli corretti rischierà di essere sanzionato.

 

Dopo le sollecitazioni e richieste da parte di diversi cittadini per ottenere i sacchetti per il porta a porta gratuitamente, l’Arengo e le società Ascoli servizi ed Ecoinnova avevano deciso di concedere a costo zero ancora per un anno, il 2019, i kit per la raccolta differenziata, considerando che questo aspetto era stato segnalato anche da alcuni intervistati nell’ambito del sondaggio commissionato proprio sull’andamento del porta a porta. Fatto sta che era stato concesso praticamente un mese di tempo per procedere al ritiro dei kit e lo scorso 5 novembre era cominciata la lunga processione verso il centro di distribuzione di via Copernico. Ma ieri, arrivati alla scadenza del termine per il ritiro, risultavano  circa 11.500 ascolani che hanno provveduto al ritiro, con una mancata risposta  all’appello da parte di circa altri 7.000 utenti. La scelta di Ecoinnova è stata, quindi, di concedere altri giorni di proroga, fino a mercoledì prossimo, 12 dicembre, per consentire a tutti di “approvvigionarsi” per poter espletare regolarmente la raccolta differenziata senza ulteriori costi.

A questo punto, però, non ci saranno più deroghe e per tutti coloro che non approfitteranno neppure di questo prolungamento delle operazioni di ritiro non ci saranno più possibilità di avere i sacchetti gratis. Il che significa che, per rispettare le modalità del porta a porta, dovranno andare autonomamente ad acquistare sacchetti idonei per la raccolta differenziata per non rischiare di dover utilizzare buste non conformi e, quindi, di essere sanzionati.

 

Per consentire ai circa 7000 ritardatari di ritirare i kit per il porta a porta, le operazioni si svolgeranno ugualmente al centro di distribuzione di via Copernico al civico 20, come avvenuto fino a ieri. E si manterranno anche gli stessi orari di apertura, ovvero  dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18 e poi il sabato dalle 9 alle 13. Chiaramente, essendo tutti i nominativi registrati in un apposito elenco, si controllerà la presenza della persona che andrà a ritirare i sacchetti in un determinato nucleo familiare e, quindi, non sarà concesso il ritiro del materiale, in momenti diversi, a due persone della stessa famiglia. Il kit ritirato dovrà servire per tutto il 2019.

Share Post
Written by
No comments

LEAVE A COMMENT