Dal primo novembre due mesi di lavori per strade e marciapiedi in mezza città

Dal primo novembre fino al 31 dicembre si alterneranno e accavalleranno i cantieri per asfaltature di strade e riqualificazione dei marciapiedi in quasi tutti i quartieri cittadini. E ovviamente, man mano che si procederà con gli interventi, si renderanno necessarie modifiche al transito delle auto, con apposita segnaletica e flussi alternati, così come alla sosta, con divieti quando si renderà necessario. L’obiettivo è chiudere il cerchio possibilmente prima di Natale.

 

Partirà dal primo novembre e si prolungherà fino al prossimo 31 dicembre l’ulteriore serie di interventi stradali che riguarderà complessivamente 14 vie in quasi tutti i quartieri cittadini. A Monticelli, le asfaltature interesseranno via delle Zinnie e la rotatoria di fronte alla casa di cura Villa San Giuseppe. Altra zona che sarà asfaltata in questa ulteriore fase di cantieri, quella di via Piemonte, tra la stazione ferroviaria e l’ex Carbon, per la precisione nel tratto davanti alla Ciam. Ma diversi interventi riguarderanno zone del quartiere di Borgo Solestà a cominciare dall’asse viario principale del quartiere, ovvero via Verdi, per arrivare a via Rossini e a via Bellini e poi procedere su via Verdi anche fino all’angolo con via dei Cappuccini e nella zona del tempietto di Sant’Emidio rosso. Prevista, a parte, anche la riqualificazione di piazzale Mussini e di via dei Cappuccini. Altri cantieri sono previsti lungo via Mediterraneo e la strada per Castel Trosino, in via Amadio all’incrocio con viale Federici (a Campo Parignano) e in via Angelini dal Tribunale fino alla sede dell’Inail).

 

I DISAGI

Non mancheranno, nei prossimi due mesi, inevitabili disagi per gli automobilisti, considerando che per consentire la realizzazione degli interventi, l’Arengo ha predisposto un’apposita ordinanza che prevede, in tutti i tratti interessati dai lavori di asfaltatura, parziale restringimenti  della carreggiata stradale da attuare in modo tale da riuscire comunque  a garantire la circolazione veicolare, ricorrendo al transito alternato e con qualche divieto di sosta solo per il tempo strettamente necessario all’esecuzione dei lavori e, comunque, con l’obbligo per le ditte al lavoro, di informare preventivamente i residenti delle aree interessate mediante la collocazione di appositi cartelli di preavviso con scritto “transito interrotto per lavori”.  E, chiaramente, servirà ancora un po’ di pazienza da parte degli automobilisti ascolani. Per un tempo massimo previsto, come detto, di 60 giorni.

 

Sessanta giorni serviranno anche a consentire la riqualificazione dei marciapiedi in particolare in due zone della città: Porta Maggiore e Campo Parignano. Nel primo caso, dopo l’approvazione del progetto esecutivo, sono stati affidati i lavori di rifacimento del manto di asfalto di alcuni marciapiedi a Porta Maggiore, per un costo complessivo di circa 36.000 euro ed ora si aprirà il cantiere che poi si sposterà nelle varie zone bisognose di questo intervento. Allo stesso tempo, sono stati aggiudicati anche i lavori per la riqualificazione di alcuni marciapiedi nel quartiere di Campo Parignano che sono in condizioni tutt’altro che ottimali. In questo caso, il costo previsto è di circa 35.000 euro. Nel frattempo, già a partire da ieri e fino a domenica 11 novembre, l’Arengo ha disposto la chiusura temporanea di tutti i cantieri all’interno dei cimiteri comunali.

Share Post
No comments

LEAVE A COMMENT