Vulnerabilità sismica: entro fine ottobre l’affidamento degli incarichi per 14 scuole

Il terremoto continua a stravolgere e modificare l’agenda dell’Arengo. Ed ecco che ora arriva una urgente manovrina di bilancio, per variazioni complessive di circa 1 milione di euro, che – pur trascinandosi dietro anche interventi di altro tipo – arriva prioritariamente per l’urgenza da affrontare sul fronte scuole: occorre inserire e sbloccare subito i circa 120 mila euro ottenuti dal Ministero dell’istruzione per affidare gli incarichi di misurazione della vulnerabilità sismica in 14 sedi scolastiche cittadine entro il prossimo 31 ottobre. Per scongiurare la revoca di questi finanziamenti. Un provvedimento a cui, poi, si agganciano anche altre spese da prevedere per stimare i danni subiti nel gennaio 2017 tra sisma e neve, per garantire la copertura economica del servizio bus per gli studenti della scuola media di Monticelli che ogni giorno devono recarsi nelle aule in via Sardegna per svolgere regolarmente le lezioni in attesa dell’adeguamento sismico nella sede scolastica di provenienza. Includendo, infine, anche tutte quelle modifiche con relativi costi relativi al progetto “From past to smart” che prevede investimenti per 6,1 milioni di euro, con compartecipazione comunale, ma che ha dovuto essere rimodulato anche a causa dell’effetto terremoto e ora riparte con un anno di ritardo nella tempistica. Una manovrina di settembre che, di fatto, viene dettata nella tempistica dal post sisma e relative procedure.

 

E’ una vera e propria corsa contro il tempo quella che ora attende l’Arengo, per riuscire ad affidare entro il prossimo 31 ottobre – termine ultimo fissato dalle procedure – gli incarichi di misurazione della  vulnerabilità sismica in 14 sedi scolastiche sul territorio comunale.  Pena, la revoca del finanziamento  garantito dal Miur proprio per la copertura economica degli incarichi in questione. Ecco, quindi, l’esigenza di modificare subito le poste di bilancio, inserendo, su richiesta degli uffici comunali competenti, la somma di 120.976,50 euro messa a disposizione per le verifiche di vulnerabilità sismica e l’eventuale progettazione e assegnata all’Arengo lo scorso 18 luglio in relazione a 14 edifici scolastici. E anche dalle linee guida ministeriali dello scorso agosto si legge che «gli enti locali dovranno affidare le verifiche di vulnerabilità oggetto del finanziamento ai soggetti individuati per l’espletamento di tali indagini». E si precisa che «il termine ultimo per l’affidamento delle verifiche è fissato al 31 ottobre 2018, pena la revoca del finanziamento». Da qui l’urgenza di sbloccare subito la somma con l’inserimento in bilancio, integrando lo stanziamento già previsto per l’attuazione delle procedure di aggiudicazione. Da qui alla fine di ottobre, dunque, dovranno essere stati individuati tutti i professionisti per la misurazione della vulnerabilità sismica nelle 14 sedi scolastiche di competenza dell’Arengo.

Sempre per quel che concerne la risposta su più fronti alle esigenze venutesi a creare dopo il terremoto, in queste variazioni di bilancio l’Arengo ha inserito altre due voci di spesa. La prima riguarda la «necessità urgente emersa di provvedere al conferimento di un incarico per la rilevazione delle lesioni e redazione dei computi dei danni relativi agli immobili di proprietà comunale a seguito del sisma e dei danni atmosferici del 18 gennaio 2017,  per l’importo di 55.000 euro. Al fine di poter poi ottenere l’adeguato indennizzo assicurativo. L’altra spesa inserita è quella di 96.000 euro complessivi per il trasporto e il monitoraggio sul bus degli studenti della media di Monticelli al plesso di via Sardegna.

Share Post
No comments

LEAVE A COMMENT