I Carabinieri di Montefortino sequestrano il legname tagliato nella zona “Infernaccio”

I carabinieri di Montefortino, in località Infernaccio nel Parco dei Sibillini, hanno sequestrato 400 quintali di legname in seguito a una operazione di taglio a raso all’interno di un bosco d’alto fusto. Le piante appartenevano a diverse specie tra cui acero montano, faggio e frassino, situati in un’area boschiva di circa 3 mila metri quadri. La violazione, fa sapere l’ente Parco, “è avvenuta nell’ambito di un intervento autorizzato dall’Unione Montana e dal Parco dei Sibillini, al fine di rimuovere del legname accumulatosi nella zona in seguito a una valanga.  “Condanniamo con fermezza tale operazione – sottolinea il Direttore del Parco, Carlo Bifulco – che rappresenta un grave danno ambientale nel territorio del Parco e che è avvenuta in un’area appartenente alla Rete Natura 2000”. A denunciare il fatto era stato il sindaco di Montefortino, Domenico Ciaffaroni, presidente della Comunità del Parco, che, accortosi del taglio boschivo, lo ha immediatamente segnalato ai Carabinieri.

Share Post
No comments

LEAVE A COMMENT