Vivarini: “Dopo tanta rabbia, Ascoli è la piazza giusta per ripartire”

“E’ un onore stare ad Ascoli, conosco bene tutto ciò che è stato fatto in questi anni. Sono entusiasta di questa nuova esperienza; nel parlare con la dirigenza ho capito c’erano tutti i presupposti per poter fare bene. Ci tengo a fare bene perché vengo da situazioni che mi hanno lasciato una rabbia dentro ed anche il mio staff è agguerrito: ne fanno parte Fabrizio Zambardi, Andrea Milani e Antonio Del Forte. Con loro, poi, c’è anche Alessandro Monticciolo”. Queste le prime parole di Vincenzo Vivarini da nuovo tecnico dell’Ascoli nel corso della presentazione avvenuta questa mattina in sede alla presenza del presidente Giuliano Tosti, del direttore generale Gianni Lovato e del direttore sportivo Antonio Tesoro. “Questa è la piazza giusta per ripartire – ha proseguito il tecnico bianconero – e, così come avevamo fatto ad Empoli, anche qui abbiamo intenzione di portare le nostre idee e rinnovare una rosa che dovrà essere competitiva.  C’è da ricreare entusiasmo e l’obiettivo è far giocare bene la squadra, creare mentalità vincente e un gruppo solido in grado di superare le difficoltà che si presenteranno”. In questi giorni il tecnico valuterà i giocatori a sua disposizione e in accordo con il direttore sportivo e quello generale valuteranno come muoversi sul mercato. “Ci sono diversi giocatori che mi intrigano – ha sottolineato Vivarini -. Personalmente, mi piacciano i giocatori tecnici e qui partiamo da una base su cui poter lavorare. Ganz e Rosseti possono avere delle potenzialità e sono curioso di vedere la sostanza per capire se hanno la forza e la cattiveria per imporsi in questo campionato.  Allestire la rosa non sarà semplice, non siamo a giugno e il tempo a disposizione non è molto”.

E’ pronto ad affrontare la nuova avventura in bianconero anche il direttore sportivo, Antonio Tesoro. “Sono onorato di essere in questa piazza di tradizione e cercheremo di fare del nostro meglio – ha esordito il nuovo diesse – .  La società ha stabilito un budget che abbiamo  a disposizione. Ci sarà molto da cambiare, e già durante questa settimana chiuderemo il cerchio per 4 o 5 elementi. Abbiamo le idee chiare. Le priorità della squadra son in tutti i reparti, a cominciare dai portieri e dalla difesa dopo la cessione di Gigliotti passato alla Salernitana e la possibile partenza di Mogos visto che c’è una trattativa ben avviata con la Cremonese. Inoltre, serviranno gli attaccanti. Per quanto riguarda il mercato in entrata, Cavion è in dirittura d’arrivo e questo pomeriggio il ragazzo sarà qui in sede. Per Beretta, invece, abbiamo l’accordo con il giocatore ma manca quello con la società”.

Written by

Vice direttore della Gazzetta di Ascoli - Giornalista

No comments

LEAVE A COMMENT