Via libera alla piazza all’ex tirassegno e alla nuova pavimentazione davanti al Malatesta

Si sbloccano alcune opere pubbliche che hanno una stretta correlazione proprio con l’aspetto turistico e anche, in qualche modo, con il mondo quintanaro. Tra queste, come confermato dal sindaco Castelli, c’è la realizzazione della nuova piazza a Porta Romana, tra la sede del sestiere e lo spazio riqualificato dell’ex tirassegno. Con un ulteriore intervento collegato che vedrà la copertura (con una tensostruttura da 70.000 euro) dell’area interna che si affaccia dietro la palazzina neoclassica e che viene utilizzata come punto di aggregazione del sestiere e anche del quartiere. Mentre un’altra riqualificazione che si sblocca è quella che riguarderà la zona del Forte Malatesta, con nella sistemazione della casa del capitano, che si trova nell’area verso il fiume, e la sostituzione dell’asfalto con una pavimentazione più idonea dal punto di vista turistico nel tratto proprio di fronte all’ingresso del forte.

 

Dopo aver incassato una somma (circa 100 mila euro) dall’intesa con il Gruppo Gabrielli nell’ambito dell’ampliamento del supermercato di via Oberdan, adesso l’Arengo ha trovato anche la cifra integrativa necessaria per andare a sbloccare la realizzazione della nuova piazza annessa all’area dell’ex tirassegno. Una piazza che sorgerà nella zona più a est dell’area verde, ovvero a ridosso della palazzina neoclassica, e che era già stata prevista nel progetto iniziale. Ma era rimasta fuori dall’intervento di riqualificazione già effettuato nella primavera 2014, per la limitatezza dei fondi a disposizione. A questo punto, con i 200 mila euro circa che sono a disposizione dell’ente comunale, si potranno sbloccare i lavori. «Inoltre, – conferma il sindaco – andremo a realizzare anche una copertura dell’area attualmente a disposizione del sestiere di Porta Romana che, attualmente, beneficia di spazi coperti limitati».

 

Altra riqualificazione già rifinanziata, quella che riguarderà – come detto – la zona di fronte al Forte Malatesta. Si andrà a recuperare la casa del capitano, che si trova nell’area tra lo Squarcia e il forte, per un utilizzo da parte del sestiere di Porta Maggiore. Inoltre, si realizzerà una pavimentazione più adatta alla zona turistica del Malatesta nel tratto più a sud, subito dopo la zona riservata alla sosta. Ovvero nell’area prospiciente il forte che viene utilizzata anche dal sestiere. Anche in questo caso, si tratta di un intervento di riqualificazione legato sia al discorso della Quintana sia, ovviamente, all’aspetto turistico, trattandosi nel caso del Forte Malatesta, di una zona museale e quindi frequentata principalmente da visitatori della città. Sia per la riqualificazione di Porta Romana che per quella di Porta Maggiore sono stati individuati i finanziamenti e si stanno definendo le progettazioni.

Share Post
No comments

LEAVE A COMMENT