Sette giovani impediscono al bus di ripartire, tensione alla fermata

Volevano  salire sul pullman nonostante non avessero il biglietto  per la tratta giusta. Così si sono parati davanti al bus impedendo all’autista di partire. Sono stati dei veri e propri momenti di tensione quelli che si sono vissuti sabato scorso ad Offida, poco dopo le 13, quando sette giovani extracomunitari, presumibilmente di nazionalità nigeriana, si sono avvicinati all’autobus in partenza per Castel di Lama con a bordo soprattutto studenti usciti da poco da scuola e alcune persone anziane. Subito dopo che l’autista ha chiesto di poter vedere il biglietto ne è nata un’accesa discussione. I sette giovani a quel punto si sono messi davanti all’autobus ed hanno iniziato a sferrare pugni contro il parabrezza del bus, tanto che il conducente del mezzo ha richiesto l’intervento dei carabinieri. A nulla sono valsi neppure i tentativi di alcuni passeggeri di riportare la calma. La situazione si è sbloccata dopo circa un’ora quando è arrivato l’autobus che avrebbe dovuto svolgere la corsa successiva. A quel punto i sette giovani si sono diretti verso l’altro pullman dando così modo al primo di poter partire. Quando sono arrivati sul posto i carabinieri, la situazione era tornata alla normalità e stando alle informazioni raccolte sembrerebbe che i giovani extracomunitari fossero diretti ad Ascoli ma che il biglietto in loro possesso fosse per una tratta più breve. Sta di fatto che quanto accaduto ha creato notevoli disguidi ed anche un po’ di apprensione nei familiari degli studenti che li stavano ad aspettare a Castel di Lama e nelle fermate intermedie non riuscendo ad immaginare i motivi del ritardo.

Written by

Vice direttore della Gazzetta di Ascoli - Giornalista

No comments

LEAVE A COMMENT