Telecamere in centro, lavori in corso: videosorveglianza attiva entro giugno. La mappa

Si preannuncia un’estate “videosorvegliata”. Dopo un lunghissimo iter costellato di problemi tecnici e burocratici, arriva ormai alla stretta finale il progetto dell’attivazione di 49 nuove telecamere che sorveglieranno il centro storico, cui si aggiungeranno le 17 di piazza Diaz e le 4 di piazza Bonfine (opportunamente inserite nella nuova rete), per un totale di 70 occhi elettronici al servizio dei cittadini che saranno attivati entro il prossimo mese di giugno. Nessuno si sbilancia più, quasi per scaramanzia, ma i tecnici proprio in questi giorni stanno installando le telecamere – già inserite, ad esempio, in via Ceci proprio ieri mattina, ma anche davanti al teatro Ventidio Basso, all’incrocio tra corso Mazzini e via del Trivio e a piazza San Tommaso – che saranno poi controllate attraverso il sistema centrale sistemato nella sede dei vigili urbani all’ex Gil.

 

Dopo le complicazioni che hanno fatto allungare di molto i tempi inizialmente previsti – tra le quali, ad esempio, la necessità di acquistare un sistema di memorizzazione delle immagini  – la questione è arrivata proprio nell’ultima settimana alla stretta finale, con l’installazione già di una decina di nuove telecamere in centro storico, dopo i lavori già effettuati anche a piazza Diaz, a Campo Parignano, per riconnettere quelle telecamere alla stessa, unica, rete di videosorveglianza. Telecamere che, tra l’altro, si stanno già installando anche a piazza San Tommaso, dove non mancano episodi frequenti di vandalismo e atti teppistici. Si prova a stringere i tempi, dunque, anche se qualche ulteriore slittamento, rispetto alla possibile attivazione ipotizzata per i primi di maggio, è stato causato anche dalle frequenti piogge che hanno frenato un po’ l’installazione dei dispositivi per le riprese. Tra circa una quindicina di giorni dovrebbero essere concluse tutte le operazioni di inserimento delle telecamere, per poi arrivare ad attivare l’intero sistema presumibilmente entro il prossimo mese di giugno.

Complessivamente, come detto, i nuovi punti di ripresa del centro storico saranno 49 cui si aggiungeranno 17 telecamere in piazza Diaz e  4 già presenti in piazza Bonfine. La mappa delle telecamere che verranno attivate per controllare il centro e dintorni  prevede le seguenti installazioni: in piazza Viola 2 telecamere, in piazza Arringo-angolo Museo archeologico 3 telecamere, sul palazzo del Comune-Ente Quintana 5 telecamere, in via Pretoriana-piazza Roma 4 telecamere, in via Ottaviano Iannella-piazza Roma 3 telecamere, tra torre di Confindustria e corso Mazzini 4 telecamere, in zona Teatro Ventidio Basso-via Ceci 5 telecamere, nel chiostro di San Francesco 8 telecamere, in piazza Del Popolo 6 telecamere, in corso Mazzini-angolo corso Trento e Trieste 3 telecamere, in piazza Simonetti 3 telecamere e in piazza San Tommaso 3 telecamere. A questi nuovi dispositivi di ripresa andranno poi aggiunti, attraverso lavori di collegamento alla rete, anche i 21 complessivi già installati in passato tra piazza Diaz a Campo Parignano (17 telecamere già esistenti) e in piazza Bonfine (4 telecamere già esistenti).  Per arrivare, quindi, a regime, a 70 “occhi elettronici” per controllare a tappeto il centro e anche una zona di Campo Parignano. Costo dell’operazione, secondo progetto, 103.855,51 euro più iva. Cui vanno aggiunti i 32.940 euro per i sistemi di memorizzazione resisi necessari per poter attivare il sistema. In totale, circa 140 mila euro.

Share Post
No comments

LEAVE A COMMENT