Furti nella zona rossa, quattro persone nei guai

Nella nottata, i Carabinieri del Comando Provinciale, hanno eseguito diversi decreti di perquisizione delegati dalla Procura della Repubblica di Ascoli Piceno, al culmine di un’intensa attività investigativa ad Arquata del Tronto. In particolare, i Carabinieri della Compagnia di Ascoli Piceno e della Stazione di Arquata del Tronto, quotidianamente impegnati nel controllo del territorio, specialmente nella zona rossa, più esposta e vulnerabile agli atti di sciacallaggio, dopo alcune settimane di investigazioni,seguite ai numerosi furti denunciati alla Stazione di Arquata del Tronto dai cittadini colpiti dal terremoto di beni e oggetti custoditi nelle abitazioni inagibili, sono arrivati a scoprire una banda di quattro soggetti, a casa dei quali sono stati rinvenuti e già riconosciuti dalle vittime, alcuni quadri, mobilio, utensili da lavoro, argenteria e altri oggetti di valore economico e affettivo. Il bottino, ammontante ad alcune migliaia di euro, sarà presto restituito ai legittimi proprietari. I quattro (di cui tre italiani ed un macedone), già conosciuti alle forze dell’ordine, sono stati denunciati per furto aggravato in concorso alla locale Procura della Repubblica.

Share Post
Written by

Vice direttore della Gazzetta di Ascoli - Giornalista

No comments

LEAVE A COMMENT