Ad Arquata del Tronto “Tutti insieme a fare sport” saggio finale dell’Oasi di Asterix

32817983_1751940681586378_2470149289519611904_nDue importanti appuntamenti concludono il progetto di Oasi Asterix 2017/2018. Il primo è in programma ad Arquata del Tronto giovedì 24 maggio con la prima festa dello sport, post sisma che vedrà tutte le classi dalla materna alla secondaria impegnate nel praticare sport tipo:  calcio, tennis, paIlavolo, rugby e bicicletta. Il tutto grazie alla collaborazione, di associazioni sportive picene quali Amatori Rugby, Pallavolo Ascoli Piceno 1986, Amici della bicicletta e Arquata calcio. La festa dello sport sarà anticipata da un seminario dal titolo “Ricominciamo dallo Sport in cui i relatori saranno, imprenditori e personaggi dello sport ascolano e nazionale  Giuliano Tosti della Ciam, Angelo Galeati presidente Fondazione Carisap, Roberta Faraotti FainPlast, Massimo Silva indimenticabile bomber dell’Inter, Milan e Ascoli e il professor Antonio Brutti olimpionico monaco 1972 e attualmente presidente dell’Asa. Presente  anche la preside Patrizia Palanca, e il prof Riccardo Spurio nelle vesti di moderatore.  La festa dello sport si svolgerà, direttamente nella scuola “Specchio dei Tempi” costruita dalla Fondazione la Stampa. Il secondo appuntamento, é ormai un classico da 15 anni a questa parte, con la festa finale del progetto Oasi di Asterix, dedicato all’attività motoria, dei bambini delle scuole materne del territorio piceno. La festa dal titolo “Tutti insieme a fare sport” vedrà protagonisti i piccoli atleti, con i loro genitori delle 65 scuole che hanno aderito a questa lodevole iniziativa.
“Siamo contenti, –  spiega l’ideatore, Riccardo Spurio, –  di contribuire da diversi anni, a far praticare e a promuovere l’ attivitá sportiva nelle scuole, gratuitamente grazie al sostegno di aziende importanti del territorio.  Svolgere attivitá sportiva fin da piccoli migliora le funzionalitá dell’ organismo in fase di crescita e soprattutto il mondo scentifico ci indica che verranno diminuite le problematiche relative alle malattie cardiovascolari. Ci rende orgogliosi inoltre, aver fatto ripartire il progetto Oasi di Asterix ad Arquata del Tronto e dobbiamo pensare che attraverso lo sport si puó ripartire”.

Share Post
No comments

LEAVE A COMMENT