Ospedale unico: adesso l’algoritmo indica la zona di cui si parlava, nei corridoi, da anni

Un lungo giro di parole durato mesi per poi ritornare al punto di partenza, ovvero alla zona di cui si è sempre parlato da anni, seppure informalmente, per la realizzazione dell’ospedale unico che la Regione intenderebbe realizzare nel Piceno. Forse l’algoritmo impazzito, alla fine, si è limitato a raccogliere le voci di corridoio di mesi e mesi, o addirittura di anni. Fatto sta che adesso emerge ufficialmente che l’area proposta dai Comuni di Spinetoli e Colli del Tronto è quella che rappresenta la sintesi tra l’applicazione dell’algoritmo della Regione Marche e le valutazioni tecniche fatte dagli uffici regionali per la realizzazione del nuovo ospedale del Piceno. La relazione tecnica è stata trasmessa al presidente della Conferenza dei sindaci che la porterà in assemblea. L’organismo collegiale potrà, a sua volta, confermarla o sceglierne un’altra. Se non ci sarà un’ampia convergenza, la Regione andrà avanti con la zona individuata, poiché aveva chiesto ai Comuni una proposta di aree da individuare in base ad una serie di caratteristiche. Cinque quelle proposte dai Comuni per la localizzazione della nuova struttura ospedaliera. Dalla valutazione combinata risulta che l’area individuata è la più idonea tra quelle indicate dagli enti interessati, considerate le caratteristiche urbanistiche, morfologiche, l’accessibilità, la dotazione infrastrutturale e la sicurezza dal punto di vista idrogeologico.

Tutto questo che risulta stridente con la volontà di tantissimi cittadini che chiedono e hanno più volte chiesto, invece, di investire su un potenziamento e una riqualificazione concreta sugli attuali poli ospedalieri (chissà in caso contrario che fine faranno?).  Attendiamo di conoscere dettagliatamente la relazione per capire quali sarebbero i vantaggi garantiti da una soluzione che si butta alle spalle tutti i milioni di investimenti effettuati in questi anni nei due ospedali, come ad esempio i soldi per le nuove sale operatorie al Mazzoni.

 

No comments

LEAVE A COMMENT