Studio Unioncamere: le aziende picene ricercano 1.670 lavoratori. Ecco le tipologie

Quali sono le professioni e i profili lavorativi ricercati dalle imprese nel Piceno? Cosa richiede il mercato del lavoro? Un interrogativo legittimo  che molte persone in cerca di lavoro ad Ascoli e provincia si pongono quotidianamente a cui fornisce una risposta l’apposito studio di Unioncamere – Anpal (Sistema Informativo Excelsior) relativo al periodo gennaio-marzo 2018. Un riferimento che dovrebbe fornire indicazioni anche per i prossimi mesi. E che vede la richiesta di 1.670 unità lavorative

I lavoratori ricercati dalle aziende presenti nel Piceno in questo primo trimestre del 2018, secondo il dato Unioncamere, risultano, come detto, 1.670 di cui, divisi per tipologia, 290 dirigenti, impiegati specializzati e tecnici (60 professionisti di elevata specializzazione e 230 professionisti tecnici), 140 impiegati, 400 con professioni qualificate in attività commerciali e servizi e 600 tra operai e conduttori di impianti e macchinari. Infine, 250 figure non qualificate. Le figure richieste riguardano percentualmente le seguenti aree di lavoro: il 50% produzione beni ed erogazione di servizi; 20% commerciali e vendita; 12% logistica e 12% tecniche e progettazione; 3% area direzione e servizi e 3% area amministrativa. Andando ad esaminare i livelli di istruzione richiesti alle figure lavorative ricercate dalle aziende in questo primo trimestre del 2018, emerge che 160 sono i profili richiesti di livello universitario (di cui 60 ad indirizzo economico), 490 sono i profili di livello secondario e post-secondario (diploma superiore e altri titoli acquisiti) di cui 100 ad indirizzo amministrativo, 50 ad indirizzo meccanica, meccatronica ed energia, 40 ad indirizzo turistico, enogastronomia e ospitalità, 30 ad indirizzo informatica e telecomunicazioni, 20 ad indirizzo elettronico-elettrotecnico e 70 di altri indirizzi. Inoltre, 520 profili richiesti sono riferiti a diplomi professionali di cui 110 indirizzo benessere, 100 indirizzo meccanico, 40 ristorazione, 40 servizi di vendita, 30 trasformazione agroalimentare e poi altri indirizzi. Infine, 500 profili richiesti sono relativi al livello di scuola dell’obbligo.

Da quali settori provengono – secondo i dati di Unioncamere – queste richieste di lavoratori nel territorio piceno? Sulle 1.670 richieste di unità lavorative complessive, 740 riguardano l’industria (590 l’industria manifatturiera e le public utilities e 140 il settore costruzioni) e 930 i servizi (230 il commercio, 130 ristorazione servizi turistici, 270 servizi alle imprese e 310 i servizi alle persone). Per quel che riguarda le dimensioni delle varie aziende che ricercano queste tipologie di personale, 1.420 posti di lavoro sono relativi ad aziende da 1 a 49 dipendenti, 180 di aziende da 50 a 249 dipendenti e 60 fanno riferimento ad aziende con oltre 250 dipendenti.

Share Post
No comments

LEAVE A COMMENT