Corso di formazione per operatori dei beni culturali ecclesiastici

Riparte anche per l’anno 2018 il Corso di Formazione per Operatori nei Beni Culturali Ecclesiastici, giunto alla 16° edizione. La data di apertura è venerdì 16 marzo ore 15.00 presso il Centro Giovanile l’Impronta, in piazza Bonfine ad Ascoli Piceno. Il corso ha il fine di garantire la necessaria formazione di tutti coloro che vogliono diventare operatori nel campo dei beni culturali ecclesiastici, la cui valorizzazione e promozione richiede competenze specifiche. La proposta formativa si rinnova di anno in anno e prevede lezioni teoriche riguardanti tematiche generali (la specificità dei beni culturali ecclesiastici, l’impegno della Chiesa a riguardo, le normative di riferimento e la figura dell’operatore, i rapporti con istituzioni come Soprintendenze e Carabinieri) e tematiche storico-artistiche riguardanti arti figurative, architettura, oreficeria, manifattura, liturgia, iconologia e iconografia, che inquadrano i monumenti e le testimonianze artistiche di rilievo del territorio ascolano. Tengono le lezioni docenti qualificati e di consolidata esperienza, appartenenti all’ambiente universitario, istituzionale sia civile che ecclesiastico e intellettuale, di respiro locale e nazionale. Due sono i binari sui quali si muovono gli incontri: il primo tecnico, riguardante il “come” ci si occupa della tutela e valorizzazione dei beni culturali; il secondo, storico-artistico, che ogni anno prende in considerazione un’epoca e che stavolta ripartirà dal periodo Romanico (e in generale medievale). Il corso prevede un viaggio di istruzione di un giorno che ha il fine di confrontare quanto appreso con i maggiori esempi di arte centro italiana. Quest’anno durante l’ultima giornata del corso, sabato 19 maggio alle ore 15.00, si terrà inoltre un convegno pubblico riguardante la mostra “Lavori in corso. Opere d’arte dai territori del sisma” allestita presso il Battistero di San Giovanni e la chiesa di San Gregorio Magno ad Ascoli Piceno. Nel periodo estivo i corsisti avranno la possibilità di mettere in pratica quanto imparato svolgendo 40 ore di stage nell’ambito del “Progetto Chiese Aperte – Sulle Vie del Romanico Ascolano”, che garantisce l’apertura quotidiana al pubblico dei principali monumenti ecclesiastici di Ascoli. Il Corso di Formazione per Operatori nei Beni Culturali Ecclesiastici è aperto a tutti e completamente gratuito e rilascia un attestato di frequenza per i corsisti che avranno frequentato i due terzi delle lezioni teoriche e svolto lo stage estivo di 40 ore. Le lezioni si svolgeranno per un weekend al mese (venerdì pomeriggio e sabato, mattina e pomeriggio) nei mesi di marzo, aprile e maggio, secondo il programma dettagliato che è possibile richiedere presso l’Ufficio Beni Culturali Ecclesiastici della Diocesi di Ascoli Piceno o recandosi direttamente alla prima lezione (per info tel. 0736252883 – museodiocesano.ap@libero.it). Si ricorda infatti che il corso è organizzato dall’Ufficio Arte Sacra e Beni Culturali in collaborazione con l’Associazione Culturale ASCULUM 2000, gode del patrocinio della Conferenza Episcopale Marchigiana attraverso la Consulta Regionale per i Beni Culturali Ecclesiastici e rientra nell’itinerario formativo dell’Istituto Superiore di Scienze Religiose “Mater Gratiae”.

Share Post
No comments

LEAVE A COMMENT