di Valeria Borghesi

 

Un crescendo di rapine si è verificato tra gli ultimi mesi del 2017 e questi primi mesi del 2018 nei vari supermercati situati tra le città di Grottammare e Martinsicuro. Tutti questi casi hanno in comune le stesse modalità di azione: i malfattori entrano nei locali verso l’ora di chiusura, armati di pistola. Inoltre, sembra che la violenza aumenti di volta in volta.supermercati

Il primo furto è stato messo in atto lo scorso 10 ottobre al Conad sito nel quartiere San Filippo Neri a San Benedetto del Tronto. Due persone armate, che parlavano con un finto accento napoletano, forse usato per camuffare il reale dialetto, verso le 19.00 sono entrate e minacciato le cassiere. Il bottino è stato di circa 6mila euro. Si sono poi dati alla fuga con uno scooter, ritrovato a pochi metri dal negozio.

Dopo qualche mese di apparente tranquillità, il 25 gennaio due malviventi sono entrati al Si con te di Grottammare ed erano all’incirca le 20.30. Anche qui i due ostentavano un accento napoletano e hanno puntato una pistola contro le commesse per un malloppo di 3milacinquecento euro.

A partire da questo episodio c’è stato un incremento di casi nella zona. Il 5 febbraio ad essere preso di mira è stato il nuovo Conad di Martinsicuro dove tre uomini a volto coperto e con una pistola in pugno, verso le 19.00 hanno fatto irruzione e costretto le dipendenti del negozio a consegnargli gli incassi. Hanno anche minacciato il proprietario, che aveva cercato di inseguirli, per poi dileguarsi dal retro. Sono stati portati via circa 3mila euro.

Il 19 febbraio si è verificata una rapina al supermercato Eurospin posto in viale dello sport a San Benedetto del Tronto. Il modus operandi è stato lo stesso ma è aumentata la violenza mostrata dai ladri: l’arma è stata puntata oltre che contro le cassiere, anche verso qualche cliente che al momento dell’accaduto era in coda alla cassa, tanto da farne stendere a terra uno che cercava di nascondere il proprio portafogli. Chi era presente ha testimoniato di aver sentito un accento partenopeo. Erano indicativamente le 19.30. Il bottino è stato di circa 2mila euro.

L’ultimo dei furti messi in atto è avvenuto lo scorso 21 febbraio intorno alle 19.00 al Conad di via Togliatti a San Benedetto del Tronto. Qui è stata mostrata ancora più aggressività infatti, uno dei tre rapinatori ha puntato la pistola contro la nuca di un dipendente del negozio ed è sembrato fosse ubriaco.

Tutto ciò lascia presagire che i cinque colpi siano stati commessi dalla stessa banda che ancora non è stata identificata.

 

Share Post
Written by
No comments

LEAVE A COMMENT