Bertozzi & Casoni: chiusura con cena “stellata” in pinacoteca e performance

La rassegna “Bertozzi&Casoni. Minimi Avanzi”, in corso presso la Pinacoteca Civica di Ascoli Piceno, saluta il pubblico il prossimo venerdì 15 settembre con una doppia iniziativa che ha l’obiettivo di portare nuovamente l’attenzione sulla mostra e di valorizzare le bellezze della città ascolana, coniugando, come nello stile dei progetti targati Verticale d’Arte, diversi ambiti delle arti visive con il cibo, tema ispiratore e fil rouge dell’esposizione.

L’evento di finissage della rassegna -dedicata ai noti ceramisti romagnoli nel quale si coniugano la bellezza dell’arte e il gusto del buon cibo- prevede, all’interno degli spazi della Pinacoteca, sia un’altra occasione di cena gourmet in collaborazione con il celebre Chef Marco Cavallucci, sia una performance di Nu’Art, dando l’opportunità al pubblico di poter apprezzare, ancora una volta, le opere di Bertozzi&Casoni in dialogo con i grandi capolavori della raccolta civica ascolana nonché di poter godere di un’atmosfera unica e irripetibile.

Vero e proprio enfant prodige della cucina del rinomato ristorante La Frasca di Castrocaro Terme, lo Chef Cavallucci conquista la seconda stella Michelin mantenendola sino al 2011. Nel corso della sua carriera colleziona molti riconoscimenti, tra cui quello del Collegium Cocorum, la prestigiosa onorificenza al merito professionale rilasciata dalla Federazione Italiana Cuochi, e nel 2015, in qualità di Executive Chef, entra nella grande famiglia di Casa Spadoni, dedicandosi alla valorizzazione della tradizione romagnola sapientemente arricchita di nuovi sapori e al perfezionamento delle ricette.

Con sedi a Faenza, Ravenna e Bologna, e in prossima apertura all’ex mercato di Ravenna, nonché a Firenze e a Milano, Casa Spadoni nasce nel 2014 come naturale sviluppo delle molteplici attività del Gruppo Molino Spadoni e coniuga l’amore per le origini e le tradizioni con la più moderna ricerca e la tecnologia più innovativa: ne nascono eccellenti pietanze, tradizionali ma creative, realizzate nel pieno rispetto delle migliori materie prime e dei sapori delle eccellenze locali, grazie alle sapienti mani dei cuochi sotto la guida dell’Executive Chef Cavallucci.

La cena gourmet di finissage della mostra, dunque, prevede un menù interamente creato dallo Chef Cavallucci con alcuni dei suoi celebri piatti al fine di soddisfare le esigenze di un pubblico sempre più variegato e attento nell’approccio alla tavola, e segna, per la prima volta nelle Marche, la collaborazione dell’Associazione culturale Verticale d’Arte con Casa Spadoni, mentre conferma la partecipazione del Consorzio Vini Piceni e dell’Istituto professionale statale servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera di Ascoli Piceno, entrambi partners del progetto sin dalla sua ideazione, nonché il sostegno di Anisetta Rosati, Gran Forno Malavolta, Orlandi Passion e Sabelli.

E sempre per la prima volta, in occasione dell’evento gourmet, si presenta al pubblico marchigiano e nel suggestivo salotto ascolano anche la celebre Nu’Art Events, società di spettacolo ed entertainment che oggi risulta una delle realtà più affermate e rappresenta un elemento di spicco nel settore e nell’eventistica internazionale, con una performance all’inizio della serata all’ingresso della Pinacoteca, precisamente nell’area del loggiato prospicente Piazza Arringo, accogliendo gli avventori e la cittadinanza tutta. Per la cena gourmet, invece, è necessaria la prenotazione anticipata.

L’esposizione, che ha ottenuto il patrocinio del MiBACT, della Regione Marche, della Provincia di Ascoli Piceno, del Comune di Ascoli Piceno, dell’Associazione Italiana Città della Ceramica, della Fondazione Marche Cultura e di Marche Social Media Team, curata dal Prof. Stefano Papetti insieme a Elisa Mori, Giorgia Berardinelli e Silvia Bartolini dell’Associazione culturale Verticale d’Arte, ideatrice e promotrice del progetto, in collaborazione con i Musei Civici di Ascoli Piceno, rappresenta la prima personale del duo artistico Bertozzi & Casoni nelle Marche, la quale ha ripercorso i principali temi elaborati dagli artisti (primo fra tutti, quello del cibo in tutte le sue declinazioni) attraverso 24 opere in ceramica policroma e l’installazione inedita Resistenza 2, creata appositamente per gli spazi del museo.

La mostra “Bertozzi & Casoni. Minimi Avanzi” lascerà definitivamente le sale della Pinacoteca Civica di Ascoli Piceno il prossimo 24 settembre dopo un lungo semestre in cui è stata registrata la presenza di migliaia di visitatori e lanciando il segnale di un territorio culturalmente e socialmente vivo nonostante le difficoltà del periodo post-sisma.

Share Post
No comments

LEAVE A COMMENT