L’albergo Villa Sgariglia di Campolungo torna nelle mani dell’Arengo

L’Arengo si riprende l’albergo Villa Sgariglia di Campolungo e ora si prepara ad affidarlo in gestione temporanea. Dopo una lunga e tortuosa vicenda che ha visto la società Dimore Picene srl gestire la struttura dal 2007, non senza problemi di varia natura, adesso l’Amministrazione comunale ha deciso di rescindere formalmente il contratto e di riappropriarsi dell’hotel (a 1-2 stelle) per poi procedere in tempi stretti ad una riassegnazione per una gestione breve attraverso un apposito bando. Si chiude, dunque, la parentesi che ha visto per circa 10 anni la stessa società di gestione di Villa Sgariglia a Campolungo, come detto con una serie di problematiche segnalate da entrambe le parti e culminate ora nella rescissione dell’accordo. La scelta dell’Arengo arriva, come detto, al culmine di una lunga vicenda fatta anche di confronti, di trattative e anche di contrapposizioni. Ed ora, con la determinazione dirigenziale, si sollecita il  Settore Patrimonio a “prendere in custodia l’immobile e i mobili in esso contenuti per garantirne la conservazione in attesa della nuova gara e di invitare l’Ufficio Gare a predisporre il nuovo bando per una gestione breve sulla scorta di quanto già avvenuto per il Palazzo Guiderocchi”. Contestualmente, con il provvedimento comunale “si invita la società Dimore Picene a riscontrare la determinazione per concordare le modalità di recupero crediti” da parte dell’ente. In realtà, quando nel 2007 fu indetta la gara per l’affidamento in concessione della struttura alberghiera di Campolungo, c’erano molte aspettative per ottenere risultati positivi sia da parte dell’Arengo che del gestore. Poi proposte di migliorie, stralci, rimodulazioni, la previsione di una rivalutazione del canone e altri parametri fino ad una possibile transazione che si era fermata di fronte alla volontà dei soci di Dimore Picene di non poter più proseguire con la gestione. Ed ora, anche alla luce dell’effrazione con furto del 22 maggio scorso ad opera di ignoti, l’Arengo ha deciso di recuperare in custodia l’immobile.

No comments

LEAVE A COMMENT