La Provincia aiuta Arquata per l’appalto di lavori e servizi

Provincia e Comune di Arquata del Tronto hanno firmato oggi la convenzione che disciplina l’adesione alla SUAP, ovvero la Stazione Unica Appaltante provinciale per i lavori e le forniture di beni e servizi. Con l’atto siglato oggi tra il Sindaco di Arquata Aleandro Petrucci e il dirigente del Servizio Economico Finanziario Eros Nunzio Libetti, vengono messi a disposizione della comunità di Arquata professionalità e know how presenti in Provincia per agevolare la rapidità e la capacità di intervento nelle procedure amministrative e di appalto, specie nella delicata fase di ricostruzione post sisma. Già dalla prossima settimana è prevista l’avvio di alcuni importanti iter.

La Stazione Unica Appaltante della provincia opera concretamente dal marzo 2016 e, in poco più di un anno di attività, ha curato per i Comuni e l’Erap sede di Ascoli Piceno, tutti gli adempimenti relativi allo svolgimento delle procedure di gara compresi gli obblighi di pubblicità e di comunicazione legale previsti in materia di contratti pubblici e la verifica del possesso dei requisiti di capacità economico-finanziaria e tecnico-organizzativa.

“La convenzione – evidenziano il presidente della Provincia Paolo D’Erasmo e il consigliere provinciale delegato alla Suap, Pacifico Malavolta – mette a disposizione uno strumento di rilievo veramente vantaggioso per gli enti locali che aderiscono, specie per quelli di piccole dimensioni che con poche risorse e personale si trovano a dover affrontare adempimenti burocratici complessi e onerosi – e ciò tanto più vero per il Comune di Arquata del Tronto che sarà chiamato a predisporre molteplici iter relativi alle opere e alle attività di ripristino, soprattutto nel campo delle infrastrutture pubbliche e della viabilità. L’obbiettivo della Provincia con la Stazione Unica Appaltante – proseguono D’Erasmo e Malavolta – è quello di valorizzare al meglio la funzione di sussidiarietà nell’ambito del nuovo assetto istituzionale dell’Ente di Area Vasta che vuole essere veramente la ‘Casa dei Comuni’ fornendo servizi e progettualità. Un supporto dunque essenziale per gli enti locali del nostro territorio che hanno subito le devastazioni del sisma e delle calamità invernali”.

 

Share Post
No comments

LEAVE A COMMENT